Buccia di mela: 10 consigli per ricette e usi fuori cucina

Verde, gialla o rossa che sia la buccia di mela ha i colori del benessere e del gusto. Ingiustamente spesso finisce tra gli scarti, mentre la grande quantità di polifenoli ne fa una preziosa risorsa che possiamo utilizzare in molti modi: sia in cucina in gustose ricette anti-spreco che fuori cucina per preparare maschere di bellezza o come fertilizzante per piante. 

 

Buccia di mela: come utilizzarla nelle tue ricette

La buccia di mela ha proprietà organolettiche inaspettate che la rendono unica nella preparazione di marmellate, tisane, liquori e biscotti. Vi consigliamo però di usare mele non trattate con pesticidi per la preparazione delle seguenti ricette.

Ecco 6 modi per impiegare con fantasia la buccia di mela in cucina

1. Come pectina naturale

Tra le tante proprietà le buccia di mela contiene molta pectina, che non solo fa bene al nostro organismo, regolarizzando ad esempio le funzioni intestinali, ma è anche un ottimo addensante per le nostre confetture. Possiamo aggiungerla direttamente nella preparazione delle  marmellate, oppure preparare della pectina naturale da conservare e usare all’occorrenza.

Ecco come procedere. Prepariamo della buccia o dei torsoli di mela, dell’acqua e due cucchiai di succo di limone. Mettiamo a bollire la buccia e i torsoli nell’acqua con l’aggiunta del succo di limone. Facciamo bollire tutto per 40 minuti a fiamma viva fino a ridurre il liquido della metà. Filtriamo e mettiamo in barattoli sterilizzati.

2. Tisana digestiva alla buccia di mela 

La buccia di mela ha anche ottime proprietà digestive. Per fare la tisana alla buccia di mela basterà mettere la buccia non trattata in un pentolino con dell’acqua insieme a della cannella e dei chiodi di garofano. Bolliamo per dieci minuti, lasciamo intiepidire, filtriamo e… il decotto digestivo sarà pronto!

3. Liquore alla buccia di mela

Se invece siamo tipi più ‘strong’ e alla tisana preferiamo un liquore, dovremo procurarci 150 gr di buccia di mela, 400 ml di alcool, 200 ml di acqua, 200 gr di zucchero, la buccia di un limone e una stecca di cannella.

Per la preparazione del liquore, mettiamo a macerare in un contenitore di vetro la buccia di mela nella soluzione di alcool e acqua, aggiungendo anche la buccia del limone grattugiata e la stecca di cannella. Nel frattempo prepariamo uno sciroppo facendo sciogliere a fuoco basso 200 gr di zucchero con un po’ di acqua. Una volta pronto, aggiungiamo lo sciroppo al macerato. Agitiamo bene e teniamo il liquido in macerazione per almeno 30 giorni. Poi filtriamo e gustiamo il liquore alle bucce di mela.

4. Frittelle con la buccia di mela

Il liquore è buono, ma non è certo adatto ai bambini, le frittelle sono invece amate sia dai grandi che dai piccoli. Per questa ricetta saranno necessari, oltre alla buccia di mela, 250 gr di farina, 250 ml di acqua minerale gassata, del sale e dell’olio per friggere. Si consiglia di conservare la buccia di mela in frigorifero dopo averla inumidita con del limone per non farla annerire.

Prepariamo la pastella versando la farina in una ciotola, aggiungiamo un pizzico di sale e versiamo gradualmente l’acqua. Mescoliamo con cura fino all’ottenimento di un composto fluido ed omogeneo. Facciamo riposare la pastella per circa mezz’ora e, una volta trascorso questo tempo, immergiamo la buccia nella pastella per poi farla friggere nell’olio bollente fino a doratura. Prima di servire le frittelle spolveriamole con dello zucchero a velo.

5. Salsa alla buccia di mela

Se vogliamo dare un tocco in più a delle fettine di maiale cotte in padella, possiamo preparare una gustosa salsa alla buccia di mela.

Mettiamo la buccia di mela e della scorza di limone nel brodo vegetale e portiamo a bollore, quindi abbassiamo la fiamma e lasciamo ritirare un poco. Una volta pronto il composto lo uniremo ad un soffritto a base di scalogno e foglia di alloro. Frulliamo e aggiungiamo ancora del succo di limone e del sale quanto basta.

6. Biscotti alla buccia di mela

L’ultima ricetta che vi consigliamo di provare sono questi gustosi biscotti alla buccia di mela magari da preparare proprio con la buccia che scartiamo quando cuciniamo una torta di mele.

Facciamo caramellare la buccia di due mele tagliate sottili in un pentolino con lo zucchero. Uniamole a un composto preparato con 150 gr di yogurt, 250 gr di farina, 100 gr di zucchero, 50 gr di burro, un uovo, la scorza di mezzo limone, ½ bustina di lievito per dolci, 1 pizzico di cannella. Amalgamiamo tutti gli ingredienti e disponiamo delle cucchiaiate di composto su una teglia coperta da carta da forno appena unta di olio. Cuciamo in forno per 15 minuti a 180 gradi.

 

Buccia di mela: tutti i modi per riciclarla fuori cucina

La buccia di mela si conferma uno “scarto” prezioso anche fuori dalla cucina.

Ecco 4 suggerimenti per non sprecare più la buccia di mela

1. Profumatore per ambienti 

Le bucce di mela essiccate e disidratate sono utilissime per profumare gli ambienti. Possiamo creare un pot-pourri unendo ai torsoli e alle bucce essiccate, una stecca di cannella spezzettata, dei chiodi di garofano e delle bucce di arancia.

2. Trattamento per il viso

Abbiamo già parlato delle fantastiche proprietà dei polifenoli. E la cosmetica non poteva ignorarle! Perché allora non provare a trasformare le bucce di mela in un’ottima lozione idratante contro la pelle secca e opaca. Basterà fare bollire le bucce in mezzo litro di acqua, il meno clorata possibile, per 15 minuti. Poi filtrare e lasciare raffreddare. Infine useremo il preparato tamponando il viso con un batuffolo di cotone.

3. Anti-calcare per stoviglie

Trattamento di bellezza anche per le stoviglie, se per sciacquarle useremo dell’acqua dove avremo messo a mollo delle bucce di mela. Oppure se abbiamo difficoltà a dare nuova lucentezza ad una pentola in acciaio, vi bolliremo dentro un po’ d’acqua e bucce di mela. E’ così semplice ottenere un disincrostante alle bucce di mela!

4. Concime per orto e giardino

Inoltre le bucce di mela sono una componente essenziale per concimare l’orto e il giardino. Uniamola nella compostiera insieme agli scarti domestici e usiamo il compost ottenuto per concimare le nostre piante: i polifenoli presenti nelle bucce sono ottimi biostimolanti! Niente male per uno scarto, no?

 

Ti potrebbe interessare anche:

Utilizziamo le bucce di arancia per preparare dei detergenti per la casa

Compostiera, una seconda vita per gli scarti vegetali

Di carciofi e finocchi non butto nulla. Le tisane salutari della nutrizionista

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento