Come utilizzare il riso avanzato: tre ricette antispreco dall’antipasto al dolce

Il riso è un alimento universale. E’ difficile trovare un paese nel quale non sia consumato. Si dice che questa pianta erbacea sia inizialmente cresciuta in Asia, diverse migliaia di anni fa, ma non ha avuto ostacoli alla sua diffusione. La tradizione culinaria italiana lo impiega in mille e più ricette. E ce n’è per ogni portata! E’ ottimo in forma asciutta, da solo, accompagnato a verdure o a carni di diverso tipo, impiegato in una minestra, preparato al forno con altri ingredienti, ad esempio per un timballo, fritto quando avanza per farci le crocchette, fatto bollire nel latte per la merenda…  E quando avanza, perché spesso si finisce per prepararne più del necessario, si può far ricorso alle numerosissime ricette con riso avanzato. Ecco quindi qualche suggerimento per un menù, dall’antipasto al dolce, in chiave anti-spreco, che utilizza gli avanzi di riso.   

Crocchette di riso avanzato

Le appetitose crocchette di riso (soprattutto quando sono realizzate con riso allo zafferano) sono la ricetta ideale per portare in tavola un sfizioso antipasto. Se preparate di dimensioni sufficientemente piccole, sono adatte anche come finger food abbinate a un aperitivo. 

Ingredienti

Riso (200 grammi bastano per una decina di crocchette), un uovo, un cucchiaio abbondante di parmigiano grattugiato, pane grattugiato, sale e pepe e olio di girasole q.b

Preparazione  

Amalgamare il riso avanzato con tutti gli ingredienti (eccetto il pane grattugiato e l’olio di semi), all’interno di una ciotola sufficientemente grande. Con il composto ottenuto formare palline di piccolo diametro (da tre a sei cm circa) da appiattire leggermente facendo pressione sui due poli e da far passare nel pane grattugiato. Quindi friggere in olio bollente. Quando le crocchette hanno assunto un colore dorato, scolare e disporre su un piatto ricoperto di carta adatta ad assorbire l’olio in eccesso.

Consigli

Le crocchette di riso avanzato possono essere “imbottite” con piccoli dadi di formaggio. Ottima la mozzarella, bene anche fontina o emmental. Gli stomaci delicati si orientino sulle più digeribili crocchette di riso al forno. Basta collocare le polpette, una volta impanate nel pane grattugiato, in una pirofila imburrata. Mettere in forno a 200 gradi per 20 minuti. 

 

Timballo di riso al sugo

Tipico piatto della tradizione campana, può essere realizzato in infinite varianti. E’ perfetto per il riciclo degli avanzi non solo di riso, ma anche di altri ingredienti, in base alla fantasia di chi cucina e a ciò che ha nel frigorifero. Ecco una ricetta basica, sulla quale, appunto, si può giocare.

 

Ingredienti

Avanzi di riso al sugo di pomodoro per almeno 500 gr di peso, parmigiano reggiano grattugiato (50 gr), una cipolla, uno spicchio d’aglio, sale q.b., tre foglie di basilico, pepe nero in granuli q.b., mozzarella fiordilatte, piselli (200 gr), prosciutto cotto (200 gr) tagliato spesso (bene anche la fesa di tacchino), olio extravergine d’oliva, prezzemolo tritato, pangrattato q.b.

Preparazione

In un piccolo tegame, far soffriggere la cipolla in un filo d’olio, quindi aggiungere il prosciutto a cubetti e a seguire i piselli. Salare e lasciar andare per cinque minuti. Quindi unire al riso aggiungendo il parmigiano grattugiato. Ungere la teglia e spolverarla con del pane grattugiato. Procedere versando del riso per farne un primo strato, sul quale saranno adagiate fette non troppo spesse di mozzarella. Proseguire con un secondo strato di riso e poi di mozzarella. Ricoprire il tutto con l’ultimo riso rimasto, spolverare con parmigiano e pepe. Quindi infornare a 180 gradi per una mezz’ora. 

Consigli

Il timballo di riso al sugo può essere servito in diversi modi, anche come monoporzione in piccoli stampi da forno, o, ancora, racchiuso in uno cestino di pasta sfoglia. Con gli avanzi di riso e una lavorazione più semplice e più veloce, che non preveda altri ingredienti se non la mozzarella, si può preparare un riso gratinato al forno.

 

Torta di riso avanzato con mele e uvetta

Sono tanti i dolci che possono essere preparati con il riso bollito avanzato. La ricetta che segue è super veloce e offre un risultato decisamente apprezzabile facendo a meno della farina. Quello che risulta da questa preparazione è una torta di riso dolce (ma non troppo) adatta a essere consumata a merenda o anche a colazione.

 

Ingredienti

Riso bollito avanzato (circa 200 gr), due tuorli, zucchero di canna (80 gr), yogurt (150 gr, cioè un vasetto monoporzione), due o tre mele (meglio se Golden), una manciata di uvetta (da far rivenire in acqua tiepida). Consigliato l’utilizzo di una teglia rotonda con il bordo apribile.

Preparazione

Frullare il riso con le uova, lo zucchero, lo yogurt, quindi inserire l’uvetta e poi le mele, preventivamente sbucciate e tagliate a fette sottili. Infornare a 200 gradi per 30-40 minuti.   

Consigli

Una torta di riso avanzato di questo tipo si presta a tantissime modifiche. La ricetta può essere, ad esempio, arricchita con frutta secca: ottimi i pinoli e i gherigli di noci spezzettati. Si può anche aggiungere nell’impasto qualche prugna secca.   

 

 

Ti potrebbe interessare anche:

° La torta salata per riciclare il risotto rimasto

° Arriva l’inverno e c’è voglia di risotto. Come riciclare quello giallo

° Tre consigli per riciclare la pasta del giorno prima

 

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento