La torta salata per riciclare il risotto rimasto

Il riso, un po’ come il pane, si presta a innumerevoli e sfiziose interpretazioni. Tante quante sono le ricette che insegnano come riciclarlo quando avanza. A me è restato del risotto bianco con il quale ho preparato un tortino salato niente male, dando fondo anche a un paio di fette di mortadella e di prosciutto che, se stavano ancora qualche giorno nel frigo, avrebbero fatto una brutta fine.

Di seguito la ricetta con gli ingredienti e le quantità che avevo a disposizione. Naturalmente lo stesso tortino può essere preparato con qualsiasi tipo di risotto rimasto, aggiungendo magari anche degli ortaggi oppure, se si è vegetariani, solo ortaggi.

Per dare un po’ di colore al tutto, e non avendo in casa lo zafferano, ho usato un cucchiaino di curcuma, la polvere dorata dalle molteplici proprietà benefiche e curative. Chiamata anche lo ‘zafferano d’India’, la curcuma si ottiene polverizzando il rizoma dell’omonima pianta che, tra le altre cose, svolge un’azione antinfiammatoria e antiossidante.

Non tutti sanno inoltre che la pianta della curcuma si può facilmente coltivare anche in casa e gli splendidi fiori rosa che sbocceranno vi ricompenseranno di questa piccola fatica.

Ingredienti

– 1 rotolo di pasta sfoglia

– 200 gr. di riso avanzato

– 2 uova

– 2 fette di prosciutto cotto

– 2 fette di mortadella

– 50 gr. di emmenthal

– 50 gr. di Parmigiano Reggiano o Grana Padano

– 1 cucchiaio di panna da cucina

– 1 cucchiaio di olio di oliva

– 1 cucchiaino di curcuma

– sale q.b.

– pepe q.b

 

Preparazione:

Mettete il riso avanzato in una ciotola capiente. Sciogliete la curcuma in un cucchiaio di panna da cucina e unitela al riso insieme a un cucchiaio di olio di oliva, mescolando per bene sino a quando il riso non diventerà di colore giallo. Aggiungete al composto due uova intere e amalgamate il tutto, meglio se con un cucchiaio di legno.

Tagliate a cubetti di un centimetro il formaggio emmenthal, a striscioline le fette di prosciutto e quelle di mortadella e uniteli al riso insieme a due terzi circa del Parmigiano (o Grana). Amalgamate ancora e aggiustate di sale e pepe.

In una teglia per torte di circa 22/24 cm. di diametro, che avrete foderato con della carta da forno, srotolate la pasta sfoglia e, con una forchetta, bucherellate il fondo in modo che la pasta non si gonfi durante la cottura. Mettete il composto di riso nella pasta sfoglia, livellate per bene e ripiegate i bordi verso il centro della teglia. Cospargete con il Parmigiano (o Grana) che avevate messo da parte e infornate a 180° per circa 25 minuti o fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata.

Due consigli: il forno deve essere preriscaldato mentre la pasta sfoglia va tenuta in frigorifero fino al suo utilizzo.

Una volta pronto, ho guarnito il tortino con dei fiori secchi colorati e commestibili.

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento