Come trasformare i fondi di caffè in concime prezioso per le piante

Al caffè non si può rinunciare! Possiamo ridurne il consumo per non ‘eccitare’ troppo il nostro sistema nervoso, ma una tazza al mattino nessuno può negarcela. E poi il caffè è completamente riciclabile e quindi almeno all’ambiente non fa sicuramente male.

Il fondo del caffè può trovare molti impieghi, c’è anche chi lo usa per coltivare con successo i funghi, ma quello più comune e facile è usarlo per concimare le nostre piante. E’ semplice, semplice: basterà aggiungerlo così com’è nei vasi delle nostre piante da appartamento. Ho una coppia di amici che nutrono il loro Ficus benjamin solo con fondi di caffè e posso garantirvi che sta una meraviglia. A casa loro ogni mattina per colazione, anche il Ficus ha la sua razione di nutrienti, perché il fondo di caffè contiene azoto, calcio, potassio e magnesio.

Sembra che le piante acidofile (ortensie, rododendri, azalee, ecc.) apprezzino maggiormente i fondi di caffè, addirittura contribuiscono a donare alle ortensie quelle sfumature blù così spesso ricercate, ma così difficili da conservare. Se le piante sono in giardino e non abbiamo i loro vasi a portata di mano, basterà conservare i fondi di caffè in un barattolo di vetro o in un contenitore di plastica, meglio se tenuto scoperto per evitare il formarsi di muffe, e una volta pieno lo svuoteremo mischiandolo al terriccio delle nostre piante. Ma non temete: i fondi di caffè, oltre che per le acidofile, sono adatti anche alla concimazione degli ortaggi, degli alberi da frutto e di qualsiasi altra pianta del nostro giardino e se aggiungeremo cenere o calce, otterremo un concime ancora più completo.

Nel caso avessimo a disposizione una compostiera, possiamo gettare lì i fondi di caffè, che sono ottimi per arricchire il compost e i lombrichi ne saranno felici.

Se invece preferiamo i concimi liquidi, basterà mettere in un secchio di acqua due tazze colme di fondi di caffè e lasciarveli per una giornata. L’acqua ottenuta sarà perfetta per innaffiare le nostre piante in vaso che ci ringrazieranno con foglie più verdi e rigogliose.

I fondi di caffè possono essere utilizzati nell’orto e nel giardino anche per tenere lontane le lumache. Non che sia il rimedio definitivo, ma se circondiamo l’aiuola delle lattughe o delle hosta con della polvere di caffè complicheremo loro la vita, perché limacce e lumache non amano strisciare su sostanze in polvere, siano esse sabbia, cenere, sale o, appunto, caffè. Se volete conoscere anche altri rimedi potete consultare questo link su come combattere le lumache nell’orto.

E proprio nell’orto potremo impiegare i fondi di caffè per la semina di ravanelli e carote, i cui semi piccolissimi, se uniti alla polvere di caffè, potranno essere meglio distribuiti nel terreno, nutrendo allo stesso tempo le piantine nella loro prima fase di crescita.

Come avrete capito possiamo bere la nostra tazzina quotidiana di caffè a cuor leggero, pensando che il fondo non verrà disperso nell’ambiente ma riutilizzato per ‘tirare su’ anche le nostre piante.

Foto Hydrangea di M. McIntyre da flickr

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento