Un tonico per la pelle e una maschera di bellezza con la buccia di anguria

L’anguria fa bene e va bene comunque la si usi: aiuta a mantenersi idratati e allo stesso tempo elimina le tossine. Possiamo mangiarne a sazietà senza pericolo di ingrassare (contiene pochissime calorie) e possiamo berne il succo facendone degli ottimi frullati ricchi di beta-carotene, che mantengono la pelle fresca e elastica. E la buccia? Guai a gettarla! Possiamo utilizzarla in mille modi, sia in cucina che per la cura della persona.

La prima cosa che mi viene in mente è che la sua buccia strofinata direttamente sulla pelle la idrata, la purifica e ne ritarda l’invecchiamento. L’ho sempre sentito dire, per questo da piccola quando avevo finito di mangiare la mia bella fetta di ‘cocomero’ (perché così si chiama l’anguria in Toscana) prendevo la sua buccia e, un po’ per gioco, me la strofinavo sul viso. In verità non ce ne sarebbe stato così bisogno, perché al termine della fetta le mie guance erano già sufficientemente bagnate e impiastricciate di succo.

Tonico con buccia di anguria

Adesso, che vista l’età ne avrei più bisogno di allora, per ritegno non lo faccio più, anche se so che realmente la buccia di anguria contiene vitamina A, C e licopene, tutti ingredienti formidabili per contrastare i radicali liberi, causa dell’invecchiamento cutaneo. Per approfittarne ugualmente senza ricorrere a metodi così grossolani, possiamo estrarre il succo dalle bucce e utilizzarlo come tonico, applicandolo con un batuffolo di cotone, come facciamo normalmente con qualsiasi altro prodotto di bellezza. Lo stesso succo sarà utilissimo se avremo esagerato con l’esposizione al sole: ci darà molto sollievo spalmarlo sulla pelle e lasciarlo asciugare per 15 minuti.

Maschera con buccia di anguria miele o avocado

Se non abbiamo l’estrattore possiamo frullare la parte bianca della buccia di anguria e applicarla direttamente sulla pelle. E se a quel punto volessimo preparare una maschera ancora più ricca e emolliente, potremo aggiungere del miele nella medesima quantità o poco meno. Venti minuti saranno sufficienti per fare assorbire alla nostra pelle tutti i nutrienti di cui è ricca la maschera.

Al posto del miele potremo anche unire della polpa di avocado, ricca di grassi monosaturi, Omega 3 e vitamina E. Mixando i due ingredienti otterremo un’efficace maschera anti-età. Ovviamente anche la buccia di avocado, prima di essere gettata via, può essere utilizzata come crema emolliente e nutriente per il viso, grattando la parte interna con un cucchiaino o strofinandone direttamente la buccia sul viso con movimenti delicati e circolari.

Il risultato di questi rimedi super-naturali sarà una pelle morbida e idratata con poco sforzo e pochi soldi.

Se possediamo un orto e vogliamo coltivare direttamente le angurie, ecco qualche buon consiglio sulla coltivazione dell’anguria o del cocomero 🙂

foto di Harsha K R da flickr

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento