Usiamo gli avanzi della cucina per fertilizzare il giardino

Tutto ciò che avanza in cucina può e essere utilizzato per fertilizzare l’orto e il giardino. Quindi prima di gettare nella pattumiera uno scarto della nostra tavola o dispensa pensiamoci bene!

Abbiamo già visto come sia utile anche una piccola compostiera per chi possiede della terra e abbiamo visto come i fondi di caffè possono rinvigorire le piante in vaso. Adesso scopriamo quali altri avanzi possiamo impiegare come fertilizzante.

Come dicono Maureen e Bridget Boland nel libro “Il giardino delle vecchie signore”: “Tutto quello che mangiamo noi serve anche alle piante. Perfino il caviale”.  Queste eccentriche e simpatiche signore inglesi raccontano anche che “una volta utilizzate le foglie di tè per leggere il futuro, potremmo interrarle vicino alle camelie, perché ne  traggono incredibili benefici”. Allargando un poco il raggio d’azione possiamo decidere di interrare il contenuto di tutte le bustine di tè, camomilla e tisane direttamente nei vasi o in terra.

Ma non è il solo consiglio che questo libro ci dà in fatto di riciclo. Un’altra buona pratica da copiare è quella di dare alle piante d’appartamento e del giardino gli sciacqui del latte. Prima di buttare la bottiglia o il cartone del latte, riempiamoli di acqua e spargiamo il liquido biancastro direttamente nei vasi. La stessa cosa possiamo fare con le bottiglie o le lattine di birra e con gli avanzi rimasti sul fondo dei bicchieri. Il lievito di birra fa molto bene alla crescita dei vegetali. Quindi d’ora in poi non gettiamo nel lavello latte o birra scaduti o deteriorati. Tanto meno il lievito di birra  che potremmo avere lasciato troppo a lungo nel frigo. Sciogliamolo nell’acqua e usiamolo per le annaffiature: i nostri fiori ci ringrazieranno!

E a proposito di alcolici anche il vino rosso può rendere la terra più fertile, mischiamo quello avanzato con dell’acqua e annaffiamo per facilitare le fioriture.

Un’altro liquido da non sprecare è l’acqua di cottura delle verdure, che è ricca di sali minerali e nutrienti importanti. Usiamola solo se non è stata salata, ma soprattutto una volta raffreddata.

Un ottimo concime sono anche le bucce di banana, che marciscono rapidamente e contengono considerevoli quantità di calcio, magnesio, zolfo, fosfati, sodio e silice. Le bucce di banana se interrare vicino alle rose saranno per loro una bella risorsa energetica. Anche i gusci di uovo possono essere un buon concime se tritati finemente e interrati, il calcio in essi contenuto arricchirà la terra.

Infine se abbiamo una stufa o un camino, non gettiamo la cenere ma utilizziamola per dare alla terra una buona dose di potassio, calcio e fosforo. Ma attenzione: la cenere non deve superare il 30 per cento della terra contenuta complessivamente nei vasi.

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento