Insalata di pasta ‘fantasia’ con gli avanzi della dispensa

Ultima sera al mare prima del ritorno in città. Sulla tentazione di andare a cena fuori ha prevalso la voglia di non buttare le piccole quantità di alimenti rimasti tra frigo e dispensa.

Il pane raffermo l’avevo consumato qualche giorno prima sotto forma di panzanella, ma che fare con tutto il resto? Nella credenza solo una piccola scatola di piselli che teneva compagnia a un pacchetto di penne integrali in via di esaurimento.

Nel frigorifero, un avanzo di caciotta al peperoncino e due filetti di acciughe solitarie nel loro barattolino. E poi, i tre piccoli pomodori e qualche fico (troppo buoni per finire nella spazzatura) provenienti dall’orto del vicino di casa.

Un’insalata di pasta – mi sono detta – è sempre una garanzia. E visto che la ‘ricetta’ ha avuto successo, ve la ripropongo con gli ingredienti a mia disposizione. Se a voi ne sono rimasti altri, va bene ugualmente, purché ben combinati tra di loro.

Ingredienti (per 3 persone)

– Penne integrali

– 3 piccoli pomodori

– 1 scatola di piselli

– caciotta al peperoncino

– un ciuffo di prezzemolo

– 1 spicchio d’aglio

– 2 filetti d’acciuga

– 2 cucchiai di pane grattugiato

– olio extravergine d’oliva q. b.

– Parmigiano o Grana q. b.

Procedimento

Tagliate a cubetti i pomodori e metteteli in una terrina insieme ai piselli, che avrete prima passato sotto l’acqua fredda e fatti scolare per bene, e a un ciuffo di prezzemolo ben tritato.

Tagliate a cubetti la caciotta e mettetela da parte.

Nel frattempo fate bollire l’acqua per la pasta e salatela.

In una padella capiente, oppure in una pentola larga ma con i bordi bassi, fate rosolare uno spicchio d’aglio nell’olio d’oliva. Quindi togliete lo spicchio d’aglio e fate sciogliere nell’olio caldo (ma non bollente) i due filetti d’acciuga. Tre o quattro minuti prima che la pasta sia cotta, meglio se al dente, aggiungete nella padella con l’olio e le acciughe sciolte i due cucchiai di pane che farete rosolare. Quindi abbassate il fuoco sotto la padella, in modo che il condimento resti caldo ma non bruci, e alzatelo un po’ prima di versarvi la pasta scolata insieme ai pomodori, ai piselli e al prezzemolo.

Mescolate bene in modo da amalgamare tutti gli ingredienti e quindi servite dopo aver spolverato il tutto con del Parmigiano o del Grana.

 

Ma non è finita qui. Avanzavano infatti ancora quattro piccoli fichi, un frutto peraltro ricco di vitamine e di sali minerali, e un po’ di caciotta con il peperoncino. Ho quindi tagliato ogni fico in quattro spicchi ognuno e a fettine il resto della caciotta rimasta, trasformando così  il tutto in un gustoso antipasto.

Commenta

Non ci sono commenti su questo post. Commenta per primo.

Lascia un commento